I Formaggi e Oli Sardi nuociono gravemente alla salute

Pecorini sardi e oli extravergine di oliva sardi potrebbero essere classificati come dannosi dall'Organizzazione mondiale della Sanità e dall'Onu. Il 27 settembre 2018, si deciderà sulla possibilità di inserire un avviso di pericolo sulle confezioni di alcuni prodotti dell'Isola e non solo, ad essere sotto attacco sono i formaggi e gli oli Italiani, da sempre alimenti fondamentali della così tanto salutare dieta mediterranea.
Secondo il presidente Centro Studi Agricoli, le Nazioni Unite e l'Oms nella loro lotta a diabete, cancro e malattie cardiovascolari hanno messo socco accusa la dieta mediterranea e i prodotti simbolo da sempre di un corretto stile di vita.

Le possibili mosse per limitare il consumo degli alimenti definiti dannosi e possibili cause delle malattie sopradette, saranno una tassazione maggiore e l'utilizzo di un etichetta di avviso di pericolo, come quella utilizzata ad esempio per le sigarette.

Di certo mettere sullo stesso livello le nostre produzioni dei formaggi pecorini (pecorino romano DOP compreso) e le produzioni di eccellenza dell'olio extra vergine d'oliva e il fumo delle sigarette è veramente una pazzia. Tanto folle da sembrare (speriamo) una favoletta.

Dobbligo a questo punto è che la Regione in sinergia con il Governo, si adoperi in maniera forte per evitare gravi danno al comparto dell'agroalimentare della Sardegna e dell'Italia in generale. Noi nel frattempo continuamo ad acquistare prodotti Made in Italy, che sicuramente ci regaleranno sensazioni migliori di quelle di una sigaretta. No al fumo, ma assolutamente si alla dieta mediterranea Made in Sardegna!